From Askoll with love

Alta efficienza energetica, bassissimi consumi e risparmio di materie prime contraddistinguono dal 1978 i motori elettrici Askoll, azienda che vanta oltre 800 brevetti registrati inerenti questo componente e le sue applicazioni.
Nel 2015, dopo tre anni di ricerca condotta con il contributo di un pool di tecnici, alcuni provenienti dalle principali case ciclistiche, automobilistiche e motociclistiche italiane, il Gruppo ha deciso di utilizzare il suo know-how per intraprendere una nuova sfida: entrare nel settore della mobilità sostenibile presentando al mercato una gamma di veicoli elettrici.

I prodotti Askoll sono attualmente ai primi posti per vendite in Italia, nelle loro rispettive categorie (scooter elettrici 50cc e city bike a pedalata assistita). Lo scooter eS1 ha ricevuto il Green Prix 2015 nell’ambito del progetto “No Smog Mobility" come prodotto dell’anno (in base ai dati di vendita certificati da ANCMA, l’associazione di categoria del mondo del ciclo e motociclo).

Design + Tecnologia + Made in Italy.
Muoversi insieme verso un futuro migliore.

La sfida alla mobilità elettrica si è trasformata subito in un successo. Entusiasmante.
Ciò che ha reso possibile questo risultato è il connubio, fortissimo, tra qualità tecnica dei prodotti e design. Per Askoll qualità tecnica significa che i suoi veicoli nascono in Italia e sono elettrici, al 100%: non sono adattamenti di veicoli endotermici già esistenti, come spesso accade in questo mercato. Anche tutta la loro componentistica tecnica più sofisticata (batteria, centralina elettronica, motore) è sviluppata internamente. Così come per tutta l’automazione necessaria a produrre e testare i veicoli, disegnata e prodotta in Askoll.

Askoll fa bene a tutti.
All’ambiente e anche a te.

I mezzi elettrici Askoll
sono dei mezzi “puliti” con emissioni di anidride carbonica e di altri inquinanti pari a zero.
L’energia elettrica immagazzinata nelle batterie e utilizzata dai motori di questi mezzi può essere prodotta sia mediante fonti rinnovabili, sia mediante fonti energetiche non rinnovabili con emissione di CO2. Nel primo caso ci troviamo di fronte a delle “fonti verdi”, che rappresentano la soluzione ideale, ma in entrambi i casi i vantaggi per l’ambiente sono importantissimi.
Lo scooter elettrico Askoll produce 0 g/km in caso di rigenerazione dell’energia da fonti rinnovabili e solo 7,2 g/km di anidride carbonica in caso di rigenerazione dell’energia da fonti non rinnovabili rispetto ai ben 72 g/km che un motorino endotermico produce.
In Europa circolano circa 11 milioni di ciclomotori e scooter. Se fossero solo scooter elettrici, la produzione annua di CO2 si ridurrebbe di oltre 2 milioni di tonnellate.